ERACLEA Patrimonio e Servizi,
 
Foto Eraclea La società ha per oggetto esclusivo:
- la gestione del patrimonio immobiliare del Comune di Eraclea, tanto destinato a servizi pubblici di rilevanza economica quanto destinato a servizi pubblici di rilevanza non economica, che potrà esserle anche conferito in proprietà dal Comune medesimo, anche ai sensi dell'art. 113, comma 13, del D. Lgs. 267/2000, nonché la realizzazione di nuovi impianti, reti, dotazioni patrimoniali, immobili ed infrastrutture di interesse del predetto Comune;
- la gestione degli immobili ed infrastrutture, delle reti, degli impianti e dotazioni patrimoniali suddette dell'ente locale;
- l'erogazione di servizi pubblici locali, tanto di rilevanza economica, nei limiti di cui all'art. 113 del D. Lgs. n. 267/2000, quanto di rilevanza non economica, di competenza dell'ente locale socio.
2. Qualora la Società non provveda alla gestione degli immobili ed infrastrutture, delle reti, degli impianti e delle dotazioni patrimoniali ad essa affidate, o all'erogazione dei servizi, direttamente o, ove consentito, a mezzo di società partecipate aventi a loro volta le caratteristiche di cui all'art. 113, comma 4, lettera a), o comma 5, lettera c), del D. Lgs. n. 267/2000, essa provvede all'esecuzione dei lavori comunque connessi alla gestione degli immobili ed infrastrutture, delle reti, degli impianti e delle dotazioni patrimoniali secondo le modalità previste dal medesimo art. 113, comma 5-ter, del D. Lgs. 267/2000 (ivi comprese le operazioni di "project financing") e pone gli immobili ed infrastrutture, le reti, gli impianti e le dotazioni patrimoniali a disposizione dei gestori incaricati della gestione del servizio o, in caso di gestione separata degli immobili ed infrastrutture, delle reti, degli impianti e delle dotazioni patrimoniali, dei gestori di quest'ultime, a fronte di un canone stabilito dall'ente locale socio o dalla competente Autorità di settore.
3. In particolare, in attuazione degli scopi statutari di cui al precedente comma 1, la Società potrà svolgere le attività di:
a) realizzazione e gestione di impianti tecnologici per l'espletamento dei servizi di gas, luce e calore;
b) gestione e manutenzione degli edifici pubblici o destinati ad uso pubblico o di pubblico interesse e verifica degli impianti interni (impianti igienico sanitari, di riscaldamento, elettrici, di condizionamento, ecc.) al fine di assicurare piena efficienza ed affidabilità agli stessi;
c) realizzazione e gestione, nonché alienazione (secondo piani approvati dal Comune e dalle competenti Superiori Autorità, ai sensi della normativa vigente) del patrimonio edilizio abitativo pubblico, con esclusione dell'attività di intermediazione mobiliare ex D. Lgs. n. 58/1998;
d) costruzione e gestione di strade, parcheggi, autosilos, autostazioni e di ogni altra struttura di supporto alla viabilità comunale;
e) acquisto, ristrutturazione e riqualificazione, costruzione e gestione di immobili, attrezzature ed impianti da destinarsi ad attività di rilevanza pubblica turistiche, sportive, ricreative, di benessere per la località e la persona, culturali, di spettacolo, nonché a servizi pubblici di interesse turistico, oltre all'organizzazione e alla gestione, diretta e/o indiretta, di corsi di formazione, di azioni di marketing strategico ed operativo, anche territoriale, di comunicazione integrata ed informatizzata, di promozione, di affidamento di incarichi di progettazione a soggetti qualificati, e di programmazione, entro i limiti indicati ai successivi commi 9, 10 e 11 del presente articolo;
f) realizzazione di opere pubbliche o di interesse pubblico, in generale.
4. La Società può procedere all'affidamento di incarichi di progettazione a soggetti qualificati ed alla costruzione di opere ed impianti utili allo svolgimento dei servizi e delle attività sopra indicati.
5. La Società può svolgere le attività di gestione amministrativa relative ai servizi di cui al presente articolo, ivi incluse le attività di accertamento, liquidazione, riscossione anche coattiva degli importi dovuti in relazione ai servizi erogati, nei limiti delle leggi vigenti.
6. La Società può espletare, direttamente ed indirettamente, tutte le attività rientranti nell'oggetto sociale e tutte le attività complementari, connesse, collegate, strumentali, collaterali ed accessorie ai servizi di cui al presente articolo, ivi comprese le attività di commercializzazione, di consulenza tecnica ed amministrativa, nei limiti di legge e di cui ai successivi commi 9, 10 e 11 del presente articolo, nonché, sempre nei limiti testè richiamati, le attività di diritto privato utili ai propri fini.
7. La Società può, ove consentito dalla legge e dal presente statuto, assumere o cedere, direttamente ed indirettamente ma comunque non nei confronti del pubblico, partecipazioni ed interessenze in società, imprese, consorzi, associazioni e comunque in altri soggetti giuridici aventi oggetto o finalità eguali, simili, complementari, accessorie, strumentali o affini ai propri, nonché costituire e/o liquidare i soggetti predetti.
8. La Società può compiere tutte le operazioni commerciali, industriali, mobiliari, immobiliari e finanziarie aventi pertinenza con l'oggetto sociale, nel rispetto dei divieti, limiti, condizioni ed autorizzazioni previsti dalla legge e dal presente statuto. E' inibita alla Società la raccolta del risparmio tra il pubblico. Sono inoltre escluse dall'oggetto sociale le attività riservate di cui alle Leggi n. 12/1979, n. 1966/1939, n. 1815/1939 e ai Decreti Legislativi n. 385/1993 e n. 58/1998, nonché le prestazioni di cui ai successivi commi 9, 10 e 11 del presente articolo a favore di altri soggetti pubblici o privati diversi dal Comune di Eraclea, nè in affidamento nè con gara, disciplinate dall'art. 13 del D. L. n. 223/2006 e successive modificazioni ed integrazioni. E' consentita l'emissione di titoli di debito ai sensi dell'art. 2483 del Codice Civile, con le modalità di cui al presente Statuto.
9. L'art. 13 del D. L. n. 223/2006, convertito in legge n. 248/2006, prevede che le società a capitale interamente pubblico costituite o partecipate da enti locali per la produzione di beni e servizi strumentali all'attività di tali enti in funzione della loro attività, esclusi i servizi pubblici locali, e per lo svolgimento esternalizzato di funzioni amministrative di competenza degli enti locali medesimi, devono operare esclusivamente con gli enti costituenti o partecipanti o affidanti, non possono svolgere prestazioni a favore di altri soggetti pubblici o privati, né in affidamento diretto né con gara, e non possono partecipare ad altre società od enti. Riferendosi, la norma, come ambito oggettivo di applicazione, ai soli "appalti in house" e non, come espressamente precisato dalla legge, ai servizi pubblici locali, per questi ultimi (quali la distribuzione e vendita del gas, energia elettrica, servizio idrico integrato, servizio di igiene ambientale, trasporto pubblico locale, illuminazione pubblica, pubbliche affissioni, gestione di impianti sportivi comunali, di impianti cimiteriali, di farmacie comunali, di parcheggi pubblici, ecc.), resta in vigore il vincolo dell'attività prevalente con l'ente locale unico socio stabilito dall'art. 113 del D. Lgs. n. 267/2000. Per "appalti in house" si intendono, ai fini del presente statuto, quei contratti con cui l'ente locale commissiona specificamente alla società un lavoro, un servizio od una fornitura determinata, il cui corrispettivo è direttamente a carico dell'ente locale e non dell'utenza ed il cui beneficiario è direttamente l'ente locale (quali i contratti per i servizi immobiliari (gestione della manutenzione ordinaria e straordinaria), i servizi di consulenza, di assistenza, di progettazione, informatici e di natura finanziaria e simili). Pertanto, a favore dell'ente locale unico socio esercente il controllo analogo potranno essere svolti con affidamento diretto sia servizi pubblici locali di rilevanza economica, sia appalti "in house", i primi secondo le regole fissate dall'art. 113 T.U.E.L. e i secondi in base alle regole fissate dall'art. 13 del D. L. n. 223/2006 e successive modificazioni ed integrazioni. Analogamente, i servizi pubblici di rilevanza economica, per la parte di attività societaria non prevalente (marginale), potranno essere svolti anche a favore di enti locali non soci diretti affidanti.
10. In merito alla gestione del ciclo delle opere pubbliche ed ai servizi di manutenzione, ai sensi dell'art. 113, comma 5 ter, del D. Lgs. n. 267/2000, in ogni caso in cui la gestione della rete (o degli impianti o delle altre dotazioni patrimoniali, sempre relativi a servizi pubblici locali aventi rilevanza economica), separata o integrata con l'erogazione dei servizi, non sia stata affidata con gara ad evidenza pubblica, la società (in quanto gestore delle reti e/o del servizio) provvederà all'esecuzione dei lavori comunque connessi alla gestione della rete (o impianto o dotazione patrimoniale) esclusivamente mediante contratti di appalto o di concessione di lavori pubblici, aggiudicati a seguito di procedure ad evidenza pubblica, ovvero in economia nei limiti di cui all'art. 24 della legge n. 109/1994, all'art. 143 del regolamento di cui al D.P.R. n. 554/1999 e all'art. 125 del D. Lgs. n. 163/2006 - codice degli appalti pubblici.
11. Gli appalti "in house" potranno invece essere svolti dalla società, essendo essa a totale capitale pubblico locale, anche a favore di enti locali non soci ma affidanti diretti del servizio, mentre non potranno essere svolti a favore di soggetti pubblici o privati diversi dall'ente locale socio o dagli enti locali diretti affidanti. In tutti gli altri casi si dovrà fare ricorso alle procedure di evidenza pubblica previste dalla legge.
12.La Società può prestare anche garanzie fideiussorie, comunque non nei confronti del pubblico.
 
 
Copyright© EPS Eraclea Patrimonio e Servizi - Sede Legale: Piazza Garibaldi 54 - 30020 ERACLEA - Sede amministrativa: Via Abeti, 02 - 30020 ERACLEA - Italy - Tel.+39.0421.237928 Fax. +39.0421.668191 - P.IVA 03748020272 - email : info@eracleapatrimonio.it - Tutti i diritti riservati -   Powered by WebCola.it